Festività in Giappone

Prima Parte

Natale Giappone Anche in Giappone si festeggia il Natale
ma mentre in Italia per molti è prima di tutto una festa religiosa, in Giappone è più una festa commerciale.
In particolare il Natale è l’occasione per dimostrare il proprio affetto alle persone care, scambiandosi i doni.
Fino a qualche anno fa era considerato anche una festa per fidanzati, dove le coppie avevano l’abitudine di prenotare una camera d'albergo per trascorrere la notte di Natale insieme, dopo una cenetta romantica al ristorante.

Per l’occasione vengono fatte bellissime illuminazioni, sia agli alberi che ai palazzi (usanza acquisita dagli occidentali).

kurisumasi keki Per tutto il mese di dicembre
si organizzano molte feste 忘年会 bounenkai
ovvero “festa di fine anno” o meglio “la festa per dimenticare l’anno”.
Durante le quali si mangia クリスマス ケキ kurisumasi keki - torta di natale -
fatta di pan di spagna, crema, decorata con la panna
che dovrebbe avere più o meno questo aspetto.

Prima della fine dell’anno è molto importante:

  • Saldare i debiti contratti durante l’anno che sta finendo (se un conto lasciato in sospeso viene portato nel nuovo anno, la reputazione di chi ha contratto il debito viene in qualche modo rovinata).
  • L’usanza del 煤払いsusuharai (“togliere la polvere, la fuliggine”), che anticamente era la grande pulizia annuale delle statue buddhiste nei templi, mentre ora nelle case è la tradizionale pulizia delle abitazioni a fine anno.
  • Se è possibile è di buon auspicio anche rinnovare il guardaroba, ed indossare qualcosa di nuovo, come un bel kimono.
  • Spedire le famose cartoline d’auguri per l’anno nuovo 年賀状 nengajo, in cui, oltre ai saluti convenzionali come 明けましておめでとうございますAkemashite omedetou gozaimasu - Buon Anno Nuovo -
    si aggiungono notizie recenti riguardanti la famiglia o i buoni propositi che si intendono attuare.
  • Spedire 御歳暮 oseibo, ovvero il regalo di fine anno.
    E’ un modo per ringraziare per i favori ricevuti durante l’anno appena trascorso.


Il Capodanno innanzitutto porta nuova vita, nuove speranze, e la possibilità di ricominciare di nuovo qualcosa ed ha un inizio ed una fine ben precisi.

Il termine giapponese per Capodano è 正月 O-shogatsuche, letteralmente significa “mese giusto, adatto”, il mese adatto per i propositi del Nuovo Anno e per la determinazione di ottenere prosperità e felicità nei mesi a venire.
A mezzanotte la vera festa comincia con i 108 rintocchi della campana del tempio buddista, pronti a scacciare i 108 desideri da cui l’uomo é afflitto.

Le celebrazioni del Nuovo Anno sono i 3 giorni di festa, con la prima visita dell’anno al tempio shintoista o buddista (hastumode) per pregare per un anno di felicità e salute.

Mentre per tutto il mese di gennaio per festeggiare il nuovo anno si tengono gli 新年会 shinnenkai, cioè incontri sociali (prevalentemente cene o pranzi) organizzati tra colleghi di lavoro, compagni di scuola, o altri conoscenti.




« Torna indietro